Vini bianchi del Friuli Venezia Giulia: la Ribolla Gialla

La ribolla gialla è un vitigno indigeno del Friuli Venezia Giulia: il territorio di produzione si trova nella zona collinare tra Udine e Gorizia (DOC Isonzo, Collio e Friuli Colli orientali e Rosazzo DOCG).

Di fatto, il terreno ottimale per la produzione è proprio quello collinare, con una componente argillosa e un clima temperato che permette una buona escursione termica.

La ribolla è di colore giallo paglierino: alla vista appare limpido, con riflessi verdi. Il suo profumo è intenso, fresco e raffinato; possiede un gusto vivace ma delicato, che avvolge completamente il palato.

La leggenda narra che…

Questo vino ha un passato illustre: infatti fin dall’epoca romana si ha testimonianza della produzione della Ribolla friulana nella zona attorno a Rosazzo.

Ma le testimonianze storiche legate a questo vino non finiscono qui: il Duca Leopoldo III d’Austria era talmente appassionato alla bevanda che nel 1382 chiese di inserire una clausola precisa in un atto ufficiale: essa obbligava la città di Trieste a rifornirlo ogni anno di “100 orne di vino Ribolla del migliore”.

In Dalmazia e Slovenia la Ribolla Gialla è conosciuta come “Rebula”: secondo alcuni antichi documenti, il vitigno è originario delle isole meridionali dalmate ed importato, attorno al 1100, in Friuli dai mercanti veneti.

I segreti della Produzione della Ribolla Gialla

Avete mai sentito parlare di “doppio capovolto”? E’ un metodo di coltivazione che riduce il numero di grappoli sulla pianta, per diminuire la produzione: in questo modo gli acini saranno più zuccherini e il profumo finale del vino sarà più intenso. La vendemmia si effettua in genere la prima settimana di settembre: ogni delicato grappolo viene colto a mano e successivamente pressato in maniera leggera.

Abbinamenti e combinazioni perfette

Il nostro personale consiglio è quello di degustare alcuni prelibati stuzzichini durante l’aperitivo!

Questo vino bianco è perfetto con formaggi freschi, salumi non troppo stagionati e con un pinzimonio di verdure crude.

Volete invece stappare una bottiglia per una cenetta? Allora in questo caso la ribolla può essere abbinata a carni bianchi non molto condite o pesce (crudo, crostacei e molluschi scottati).

Pordenone Turismo vi consiglia un ottima bottiglia della cantina Pitars, pronti a stapparla?